VinciCasa, dall'inizio del concorso in Molise sono state vinte 14 case

1' di lettura 16/01/2023 - E' successo nel concorso di sabato 14 gennaio al VinciCasa - segnala l'agenzia Agimeg - e la schedina era del tipo 'Tastiera'. La fortunata giocata era stata fatta nel punto vendita Sisal di Guido Prosperi, in via Tor Sapienza 56 a Roma.

Il premio di prima categoria del VinciCasa è di 500.000 euro totali, ma viene erogato con 200.000 euro subito in contanti e 300.000 euro per l'acquisto di una o più case sul territorio italiano.
La combinazione vincente

Il giocatore romano è riuscito a centrare questa combinazione: 5-8-19-20-27.
La mappa della fortuna

Quella di sabato è la casa numero 187 vinta grazie al concorso di casa Sisal. Il Lazio si conferma la regione più amata dal VinciCasa.

Da quando è partito il VinciCasa - sottolinea Agimeg - sono state vinte ben 33 case nella regione laziale. Più distaccata, c'è la Lombardia, con 25 case. Seguono poi l'Emilia Romagna (18), la Toscana (15), Piemonte, Molise e Sicilia (14), Veneto e Basilicata (13), Puglia (12), Campania (9), Marche, Abruzzo e Calabria (5), Valle d'Aosta e Liguria (3), Trentino, Umbria e Sardegna (2), Friuli Venezia Giulia (1). Sei case sono state invece vinte nella modalità online del VinciCasa.
Come riscuotere la vincita

Ora il fortunato giocatore deve presentare la schedina vincente, insieme ad un documento d'identità ed al codice fiscale, presso l'ufficio Premi Sisal di Roma (o di Milano).

I 200.000 euro vengono erogati in contanti entro 60 giorni dal termine di presentazione della vincita.

Anche i 300.000 euro sono disponibili entro i 60 giorni, ma il vincitore ha 2 anni di tempo, dal giorno successivo alla pubblicazione del Bollettino ufficiale del concorso vinto, per scegliere la casa o le case da acquistare.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2023 alle 10:05 sul giornale del 17 gennaio 2023 - 10 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dNge





logoEV
qrcode