SEI IN > VIVERE MOLISE > POLITICA
comunicato stampa

Consiglio regionale, seduta monotematica dedicata al Trasporto pubblico locale

2' di lettura
48

Presieduto dal Vicepresidente, Angelo Primiani, si tenuta nella mattinata la seduta monotematica del Consiglio regionale dedicata al Trasporto pubblico locale.

La seduta monotematica era stata richiesta dai Consiglieri Greco, Primiani, De Chirico, Nola, Manzo e Fontana.

L’Assemblea ha quindi discusso e valutato la mozione proposta dagli stessi richiedenti della seduta, avente ad oggetto: "Criticità trasporto pubblico locale. Determinazioni". L’atto di indirizzo è stato illustrato all’Aula dal primo firmatario, Andrea Greco. Sono seguiti gli interventi in sede di discussione generale e per dichiarazione di voto dell’Assessore ai Trasporti Pallante, dei Consiglieri Fanelli, Iorio, Primiani, Cefaratti e del Presidente della Giunta Torma.

La mozione -emendata a seguito della discussione- è stata quindi approvata a maggioranza, con un voto contrario e un astenuto.

In particolare, con l’atto di indirizzo approvato, il Consiglio regionale chiede al Presidente e alla Giunta regionale di adottare tutti i provvedimenti e le azioni volte a garantire:

a) il trattamento salariale del personale addetto al servizio di TPL, attivando contestazione delle inadempienze alle società e accertamento della violazione delle clausole contrattuali, procedendo quindi al pagamento, con cadenza mensile, delle retribuzioni spettanti ai lavoratori, senza ulteriori ritardi mediante intervento sostitutivo ( ART.30 C.6 D.LGS 50/2016 - ex art.5 DPR 207/2010) che consente alla Regione, stazione appaltante, di sostituirsi alle società inadempienti e pagare “anche in corso d'opera direttamente ai lavoratori le retribuzioni arretrate”;

b) una gestione uniforme del sistema trasportistico locale e degli standard di servizio;

c) una maggiore flessibilità nell’adeguare l’offerta trasportistica alle reali esigenze del territorio;

d) una trasparente e corretta gestione amministrativa e, conseguentemente, perseguire in modo più idoneo le esigenze di contenimento della spesa pubblica e di garanzia del diritto di mobilità agli utenti e lavoratori;

e) rilevati i costanti inadempimenti contrattuali e l’attivazione continua del contenzioso, di dare mandato all’Assessore regionale ai trasporti ad avviare tutte le azioni necessarie alla conclusione di contratti ponte che siano pienamente rispondenti ai contrati collettivi nazionali di settore e che garantiscano lavoratori e utenti e, a tal fine, interloquire con i grandi gruppi nazionali che possano assicurare l’espletamento del servizio alle medesime condizioni poste a bando di gara. I contratti ponte dovranno essere stipulati con aziende che non siano quelle che attualmente gestiscono il servizio TPL e abbiano contravvenuto agli obblighi contrattuali;

f) verificare la possibilità di annullamento/revoca del bando per l’affidamento del Trasporto pubblico e contestualmente avviare le procedure per l’istituzione di una società in hause providing per la gestione del Trasporto pubblico locale.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2023 alle 09:57 sul giornale del 09 febbraio 2023 - 48 letture






qrcode